Crea sito

Social Commerce: la nuova frontiera dello Shopping Online

Shoppable post, Pin di prodotti, Facebook Shops, Cataloghi, Tab vetrine: stiamo parlando del Social Commerce.

Scenario Digitale attuale

Coinvolgere, persuadere, fidelizzare sono le keyword che permettono di instaurare un rapporto duraturo e unico con il proprio pubblico.

Oggi gli utenti cercano un’esperienza di acquisto facile, veloce e trasversale: tutto è documentato, reperibile facilmente e in tempi brevi.

In questo scenario di trasversalità, utenza attiva, gruppi di informazione e scambio, shopping bottom, il Social Commerce rappresenta l’evoluzione del commercio online e sta prendendo piede man mano che le piattaforme aggiungono nuove funzionalità per supportare gli obiettivi di e-commerce e di direct-to-consumer.

La Teoria dei Micromomenti sembra aver compiuto un ulteriore passo: si puo’ acquistare da ogni piattaforma con un semplice click, esplorare virtualmente tutte le vetrine dei negozi e diventare partecipi del processo di acquisto altrui diventando influencer inconsapevoli (basti pensare a come le recensioni o i punteggi dati ai venditori influenzino l’acquisto degli altri utenti o ai gruppi chiusi sui vari Social in cui si discute di abitudini d’acquisto).

Come scegliere il giusto canale di acquisto per il Social Commerce?

Prima di instaurare un dialogo e di fidelizzare i potenziali clienti sui social, assicurati di essere sul canale giusto.

Facebook

Inizialmente utilizzato dai giovani, è ad oggi il social dedicato a tutte le età. E’ molto utile perchè permettere di creare pagine aziendali di impatto in modo semplice e veloce. Consente anche di creare Cataloghi e vetrine direttamente collegabili all’e-commerce e, nel 2020, è stato presentato Facebook Shops, una nuova funzionalità che consente alle Pagine di vendere sia su Facebook sia su Instagram.

Instagram

Un po’ come pinterest permette di creare moodborad di impatto. Grazie agli hashtag e alle sponsorizzate garantisce una grande visibilità e targettizzazione. Utili anche le storie e gli shoppable post.

Pinterest e Twitter

Social molto sottovalutati e piu’ di nicchia, dispongono anch’essi di piattaforme pubblicitarie. Sono inoltre ottimi strumenti per migliorare la reference del proprio sito in qualunque settore merceologico.

Tik Tok

TikTok, l’app per video in forma breve di proprietà di ByteDance, sta testando i post dei video acquistabili, consentendo agli influencer sulla piattaforma di inserire URL di social commerce nei loro post. E’ il social della Generazione Z.

Social commerce e Off white brand